jump to navigation

OneShares: la nuova trovata per raccogliere informazioni riservate giovedì 16 febbraio 2012

Posted by andy in Information Security, tecnologia.
trackback

Ne hanno inventata un’altra: il servizio OneShare (https://oneshar.es) consente di inviare ‘messaggi che si autodistruggono dopo la prima ed unica consultazione’ .
Qui (https://oneshar.es/about) le indicazioni sulla sicurezza implementata.
Si dimenticano di dire che il messaggio a loro arriva in chiaro, prima che lo criptino (con una loro chiave, e quindi lo possono anche decrittare), e che quindi è in loro potere leggerne il contenuto.
Si dimenticano anche di dire che il browser che legge il messaggio può fare caching, e quindi l’ipotesi dell’autodistruzione del messaggio vale solo lato server.

Insomma, una nuova trovata per raccogliere informazioni dichiaratamente sensibili (altrimenti che senso avrebbe utilizzare il servizio) al popolo sprovveduto della Rete.

La notizia, con un’impostazione un po’ promozionale, la si può trovare sul Fatto Quotidiano.

Come al solito, il marketing promuove come oro un’idea, ma si dimentica di raccontare come stanno in realtà le cose.

E certamente nessuno viene a raccontare quale sia il reale scopo del nuovo business …

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: