jump to navigation

La PA ed i monopòli del software martedì 7 ottobre 2008

Posted by andy in Etica, Miglioramento.
Tags: , , , , , ,
trackback

Retaqgio di un tempo passato, ancora oggi il software sviluppato da aziende private per la PA è di fatto gestito in regime di monopolio.

Pur essendo i sorgenti del software ufficialmente proprietà della PA, non basta che vengano consegnati dei CD pieni di codice per poter affermare che il software sia stato realmente consegnato.

Un software è realmente consegnato quando il materiale che viene fornito è sufficiente per mettere in condizione il ricevente di poterne riprodurre ed installare una versione funzionante, e di poterne effettuare la manutenzione.

In realtà questo non accade, o accade solo parzialmente, lasciando di fatto nelle mani delle aziende sviluppatrici  il controllo ed il monopolio per la manuntezione correttiva ed evolutiva.

Pur essendo un comportamento eticamente scorretto, e pur essendovi dell’intenzionalità da parte dei privati nel sostenere questo stato di cose, non è tuttavia possibile dare a questi tutti i torti e le responsabilità della cosa.

Una (buona) parte delle responsabilità cade sulla PA per una serie di ragioni:

  • in primis perché non vengono create le appropriate condizioni commerciali per una reale competitività sulle offerte; il software esistente è sì nelle mani della PA, ma questo non viene reso disponibile al mercato dei potenziali fornitori se non dietro esplicita richiesta ed in occasione di un bando di gara; questo significa che nessuna azienda ha la possibilità di poter prendere in mano il software con anticipo tale da poter effettuare una valutazione economica oggettiva per partecipare alle gare;
  • in secondo luogo perché vengono imposte condizioni commerciali non negoziabili talmente tirate che non rimane al fornitore lo spazio per la desiderata gestione della Qualità del prodotto, che viene pertanto limitata al minimo indispensabile;
  • non da ultimo il fatto che la PA in generale non si è attrezzata con strutture proprie interne preposte alla presa in carico del software, con la responsabilità di riprodurre i prodotti ed i sistemi commissionati all’esterno partendo dalla documentazione e dai sorgenti forniti;
  • da ultimo, e tutto sommato abbastanza grave, il fatto che la PA non è in grado di stabilire delle linee guida strategiche sufficientemente chiare e condivise (o imposte) tra tutti i ministeri e gli enti, e non è spesso in grado di identificare con chiarezza e precisione nei contratti i requisiti del prodotto da realizzare, lasciando così troppi gradi di libertà al fornitore, che di fatto progetta e consegna ciò che ritiene meglio per sé più che per il cliente.

Non bisogna poi sorvolare su progetti che, pur essendo incompleti o insoddisfacenti, devono per forza di cose essere collaudati con esito positivo pena la decadenza dello stanziamento dei fondi.

Ed in tutto questo marasma annaspano e devono destreggiarsi coloro che (interni ed esterni) si trovano, loro malgrado, a dover mandare avanti la baracca, sopperendo con le proprie capacità e la propria buona volontà ai problemi che si presentano di volta in volta.

Ma i tempi stanno cambiando, ed a breve inizieranno a palesarsi gli effetti dei germi del rinnovamento.

I principali elementi penso che saranno:

  • la definizione di standard di interoperabilità nazionali, e sovranazionali;
  • l’apertura del codice e delle specifiche al mercato;
  • la valorizzazione delle risorse interne della PA;
  • la valorizzazione della peer review da parte sia degli specialisti interni che del pubblico.
Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: